Search
× Search
domenica 19 agosto 2018

Magazine

Good News, curiosità e paradossi su società, viaggi, arte e comunicazione

SONO ITALIANI GLI INVENTORI DEI VIDEO VIRALI
Communiqué
/ Categorie: copertine

SONO ITALIANI GLI INVENTORI DEI VIDEO VIRALI

Scelti tra i migliori dall'Agenzia per l'Innovazione.

Un gruppo di quaranta ragazzi, guidati da un loro coetaneo. Sede sul mare di Palermo, a Mondello; filiali commerciali a Londra, Milano e Roma. Si tratta della migliore start-up italiana del 2012 secondo l’Associazione per l’innovazione e una delle migliori venti secondo Boston Consulting. Si chiama «Mosaicoon» e si occupa di video «virali» sul Web.

Quei video che vengono lanciati e poi, perché carini, vengono visti da milioni di persone nel mondo. Loro, questi video li creano per conto di un’ottantina di clienti che dentro il minuto di immagini spiritose fanno passare messaggi pubblicitari. Un po' una sorta di Carosello 2.0, diffuso non prima di andare a nanna, ma su YouTube e su qualche migliao di siti collegati.

«Il nostro network», dice Ugo Parodi Giusino, palermitano di 31 anni, laurea in cinema al Dams, «raggiunge 150 milioni di utenti attraverso tutti i siti serviti da Mosaicoon. Noi, per ogni clic, prendiamo qualcosa dalle aziende e diamo qualcosa ai siti che l’hanno diffuso per conto nostro. I nostri concorrenti? Al mondo sono due: una società inglese e una americana con le quali ci dividiamo il mercato in parti eguali. E il valore di Mosaicoon adesso è stimato in 3,5 milioni di euro».

Tra i loro 80 clienti, l’85 per cento è composto da multinazionali. Mentre i capitali per nascere Parodi Giusino li ha ottenuti da due venture capitalist: Vertis e Fondo HiTech per il Sud (ministero dell’Innovazione), quest’ultimo prontamente cancellato. A Mosaicoon, che ha sede in una villetta a cento metri dal mare, l’età media è sotto i trenta. Tutti con regolare contratto, molti con le infradito. «E dire che al Dams odiavo la pubblicità» conclude sorridendo Parodi Giusino.

 

Tratto da:

(modifica il 18 giugno 2013)
<div data-href="http://www.corriere.it/tecnologia/app-software/13_giugno_17/inventori-italiani-video-virali_8f56eec2-d752-11e2-a4df-7eff8733b462.shtml" class="social-bar">
© RIPRODUZIONE RISERVATA Giuseppe Di Piazza
Previous Article SALE LA PROTESTA AL SUONO DELLE CAMPANE
Next Article Eataly, è tutto oro quello che luccica?
Print
1744 Vota questo articolo:
4.0
Termini di UtilizzoPrivacyCopyright 2018 by Communiqué snc - P.Iva 10109770015