Search
× Search
mercoledì 25 aprile 2018

Magazine

Good News, curiosità e paradossi su società, viaggi, arte e comunicazione

COMUNICARE IL VINO
Communiqué

COMUNICARE IL VINO

Attraverso i suoi prodotti di eccellenza, il territorio diffonde la propria identità

L'enogastronomia costituisce un veicolo mediatico fondamentale per la diffusione delle peculiarità di ogni paese, regione o territorio.

Se per molti anni l'Italia è stata affiancata naturalmente al suo patrimonio enologico e culinario, oggi sono molte le nazioni che puntano sul turismo enogastronomico per promuoversi, senza considerare che in un mercato evoluto e dinamico come l'attuale sono i prodotti di nicchia e le corrispondenti aree di pertinenza a stimolare maggiormente i viaggiatori alla ricerca di una destinazione interessante.

In Liguria, un evento come Vinidamare, da undici edizioni nella città di Camogli, costituisce un esempio di come la sinergia tra diversi soggetti abbia potuto, nello spazio di alcuni anni, rappresentare molto di più di una manifestazione sul vino o un semplice banco di assaggio di vini regionali, ma sia diventata un punto di riferimento per il movimento enoico ligure e contemporaneamente un momento di aggregazione turistica per l'area di svolgimento.

Vinidamare si è evoluta in modo parallelo alla produzione vitivinicola regionale ed ha colto le diverse caratteristiche e aspettative che nel corso delle recenti edizioni hanno caratterizzato questo comparto, ma soprattutto è emerso un messaggio che identifica i produttori di vino come parte di un sistema a salvaguardia e sviluppo del proprio territorio, delle vere "sentinelle" a difesa di una terra fragile e delicata, dove storicamente la coltura e la cultura del vino hanno garantito la conservazione del paesaggio, mantenendo un ruolo produttivo nel tessuto economico.

Tra i principi ispiratori dell'Associazione Italiana Sommelier si trova l'impegno alla diffusione ed alla conoscenza del mondo del vino, al suo corretto sviluppo e alla ricerca dei legami con la terra. La comunicazione di questi principi attraverso un evento come Vinidamare in modo sistematico e strutturato ha dato un aiuto notevole al movimento del vino ligure; il presidio del web, attraverso un catalogo multimediale dei produttori che con i propri vini aderiscono alla manifestazione ha contribuito ad offrire un'immagine coordinata e coesa, anche laddove non così collaudata nella realtà.

L'apertura internazionale, con ospiti stranieri (quest'anno la Slovenia), ha ulteriormente allargato la visibilità, soprattutto mediatica del vino ligure, cambiando progressivamente l'immagine radicata nei consumatori, arrivando a trasferire un prodotto aderente alla realtà e al trend attuale, con produzioni mediamente circoscritte nei numeri ma caratterizzate da standard elevati e peculiarità esclusive.

Gli eventi collaterali, il coordinamento tra AIS, produttori e pubblica amministrazione ha generato, attraverso la comunicazione, una ulteriore visibilità e relativo volano turistico, con ricadute che si confermano sempre più apprezzabili.

In sintesi l'esempio di Vinidamare e A.I.S. Liguria confermano la validità di una comunicazione sistematica e strutturata, in particolare per il vino ed il suo territorio.

Previous Article IL FESTIVAL DELLA PAROLA DEDICATO AD ELENA BONO
Next Article Calcio e Twitter, tra ricerca di notizie e self expression
Print
2076 Vota questo articolo:
Nessuna

Prossimi Eventi iCalendar export

Termini di UtilizzoPrivacyCopyright 2018 by Communiqué snc - P.Iva 10109770015